Arredi per incantevoli giardini

Il giardino è la vera casa naturale dell'uomo; un angolo di natura privata da arredare richiamando elementi ancestrai come il legno. I contenitori da botti Briganti per piande, vasi, arbusti, ma anche per gomma dell'acqua o attrezzi, sono una scelta primaria per rendere unico il biglietto da visita della propria abitazione. I mobili da giardino e le cucce sono disponibili anche nelle :
Whatsapp335-6072656 Telefono0547-310171




















Caratteristiche delle botti in legno e dei mobili da giardino

Tutti i mobili da giardino e le cucce da botti in legno hanno le seguenti caratteristiche comuni:
- Se da botti usate: realizzati da botti rustiche in legno di rovere da 225 litri alte 88/94 cm con diametro 66/68 cm essiccate a forno ventilato: NON si dissestano, NON aprono fessure, NON cadono cerchi come capita dopo qualche mese alle botti usate quando varia l’umidità;
- Se da botti nuove: realizzati da botti in legno di castagno da 200 litri alte 92 cm con diametro 65 cm;
- Mordenzate color noce ai sali di boro: resistono anche all’aperto e la tinta è più brillante. E' possibile anche lasciare al naturale le botti in castagno nuove se per uso interno locale;
- Lucidate a 2 mani: la finitura è rustica ma con poro del legno chiuso, protetto da macchie accidentali (a seconda del modello);
- I contenitori da botti usate hanno quindi l’aspetto delle botti rustiche e la consistenza delle botti nuove;
- Spedizione botti via corriere su bancale in tutta Italia con tariffe convenzionate;
- OPTIONAL: possibilità di realizzare tagli su misura e personalizzazioni.


Idee e suggerimenti per arredo giardino con botti

Arredare con mobili da giardino da botti in legno dà l'opportunità di aggiungere un tocco di stile rustico che ben si accompagna con l'ambiente verde di casa, ad esempio nel contesto di una villetta con pietra a vista o di un'abitazione di campagna. Il primo utilizzo delle botti è senz'altro la realizzazione di vasi per mettere a dimora alberi, arbusti e piante. Le più diffuse mezze botti in legno hanno generalmente un diametro complessivo di 65 cm in pancia e 52 cm a terra, per un altezza di 45 cm circa; sono disponibili anche botti più grandi o più piccole ma in tal caso, tagliandole appositamente, le mezze botti sono in vendita a coppie.

Prima di travasare la pianta all'interno del vaso da mezza botte è necessario proteggere l'interno. L'esterno è già trattato antimuffa e antitarlo, oltre che protetto con doppia mano di lucido a spruzzo. L'interno invece va isolato dal contatto con la terra, per garantire una lunghissima durata del prodotto, scegliendo tra uno dei seguenti procedimenti. E' possibile applicare della catramina all'interno della superficie della mezza botte; questa soluzione è certamente la più professionale. In alternativa, beneficiando della sua trasparenza, è possibile applicare uno strato di paraffina (tipo cera delle candele), specie quando il contenitore dovrà ospitare acqua, pesci, piante acquatiche e affini; in questi ultimi casi è buona norma procedere con un doppio strato di paraffinatura a pennello. Ultimo ma non ultimo è possibile apporre all'interno della mezza botte uno strato di materiale idrorepellente, un tessuto non tessuto o, quando le dimensioni lo permettano, un doppio sacco da pattumiera condominiale all'interno del quale posizionare la terra per mettere a dimora la pianta, isolando così il terriccio umido dal legno.

Quando il vaso da botte venga posto in giardino è comunque sconsigliabile appoggiarlo direttamente a contatto con la terra. Sempre nell'ottica di una lunghissima durata nel tempo è consigliabile incassare nel terreno 4 mattoncini o 4 pietre che fungano da appoggi per il bordo della botte. Quando si mettano poi a domora arbusti particolarmente pesanti è consigliabile aggiungere un mattoncino centrale rialzato di 4 cm circa rispetto agli altri e che funga da rinforzo continuo per il fondo della botte.

Quando si riempia la mezza botte interamente per i 40/45 cm di altezza con terra, specie compattandola adeguatamente, non è strettamente necessario apporre un foro sulla botte. Non è tuttavia un male, specie se la botte venga riempita di terra solo per metà, realizzare un foro di drenaggio. Lo si può realizzare al centro del contenitore oppure oriendandolo più vicino al bordo verso l'eventuale pendenza del fondo della botte. In tal caso è sconsigliabile richiedere prima l'apposizione del foro in quanto innanzitutto si posizionerà la mezza botte mettendo bene in vista la giuntura dei cerchi, ovvero la parte più bella, e solo successivamente si potrà in loco verificare verso dove scorra l'effettiva pendenza del fondo.

La manutenzione periodica necessaria alla botte da giardino, tipicamente il ripristino della vernice trasparente esterna, può essere effettuata senza rimuovere la pianta; è sufficiente carteggiare la superificie con una carta o spugna leggermente abrasiva e poi ripassare a pennello il lucido, ripetendo il procedimento dopo l'asciugatura, ovvero passando due mani, quando si voglia rendere ancora più protetta la superficie. La frequenza di manutenzione dipende dall'uso che si fa del contenitore da arredo giardino. Quando lo si utilizzi sottoponendolo a continua esposizione di pioggia e sole è consigliabile effettuare una manutenzione all'anno, tipicamente in primavera con l'arrivo delle belle giornate. Quando il contenitore rimanga ben protetto al di sotto di un porticato, la manutenzione necessaria è molto meno frequente; indicativamente è sufficiente proteggere il legno con nuova vernice ogni 3 o 5 anni a seconda delle condizioni specifiche. Potete utilizzare comune vernice reperibile in ferramenta.

Un'attenzione specifica la merita l'apposizione di una semplice botte in legno in giardino. Benchè l'acqua scivoli adeguatamente sulle pareti della botte, grazie al doppio strato di vernice trasparente presente sulla superficie, il fondo superiore è comunque più soggetto a deterioramento. Questo perchè il ribassamento del fondo rispetto al bordo crea una vaschetta di contenimento dove nel tempo va inevitabilmente ad accumularsi la pioggia che, stazionando per ore, riesce comunque a penetrare lo strato di vernice e a raggiungere il legno inumidendolo. La superficie del fondo della botte tende quindi a deteriorarsi molto più velocemente delle restanti parti. Per limitare l'invecchiamento della botte è consigliabile, oltre ad una annuale carteggiatura e verniciatura, apporre dei piccoli fori di drenaggio che dagli estremi di questa vaschetta portino diagonalmente verso l'esterno della botte, come se fossero dei piccoli canali di scolo per garantire un continuo svuotamento.

L'ideale, per favorire un lavoro pulito, è posizionare la botte su 4 mattoni incassati a terra che lascino pendere leggermente il fondo verso la parte meno in vista del giardino. I piccoli fori di scolo, anche questi quindi apposti sul lato meno in vista della botte, dreneranno l'acqua all'esterno nel modo visivamente più pulito possibile.










Questa pagina parla di: botti di legno come fioriere, botti in legno da giardino, botti in legno per giardino, botti in legno fioriere, mezza botte di legno, mobili giardino, mobile da giardino, botti di legno come fioriere, tagliare una botte di legno. Top